Il mare nel deserto

Il mare nel deserto. Un titolo affascinante.

Il mare nel deserto fa pensare ai miraggi o alla vastità infinita del silenzio tra le dune d’oro o a un’oasi, dove, finalmente, dissetarsi.

il mare nel deserto coverIl mare nel deserto è proprio la storia di una piccola polla d’acqua che crede di essere il mare e che non accetta di restare nel deserto, nonostante una palma paziente le insegni a misurarsi con la realtà e ad accontentarsi di essere ciò che è. Che poi non è poco, perché lo sguardo incantato del lettore scivola di pagina in pagina, dall’alto verso il basso, a osservare la ricchezza che si raccoglie ai piedi della palma, in quella piccola polla d’acqua insoddisfatta della propria oasi: cammelli, uccelli, donne che lavano i panni.

Lontano, c’è una bambina che dovrà lasciare il proprio mare, perché ha perso il papà e la mamma ha bisogno di tornare da dove è partita: in quell’oasi. Con sé porterà il ricordo del mare: conchiglie e due gabbiani fedeli che la seguiranno nel viaggio. Così, la piccola oasi scoprirà di poter essere il mare solo nel deserto, per quella bambina che diventerà donna.

Il mare nel deserto è il mio incontro con una lettura felice, perché ridesta le emozioni.

Se l’emozione è il segno dell’arte, questo album-gioiello, un racconto di Silvia Paradisi, illustrato dagli acquarelli di Leticia Ruifernàndez, (Occhio Acerbo Editore), è un piccolo capolavoro.

C’è una sintonia magica tra lo stile poetico con cui è narrata la storia e i disegni, delicati ed evocativi (del dolore e dell’amore, appena tratteggiato nel volto dimesso della madre; del calore del sole; del piacere dell’acqua, mentre la bimba nuota nuda; del viaggio, nel treno che corre, nelle carovane dei dromedari, nelle conchiglie abbandonate sulla sabbia che diventano collane, mentre il tempo passa): poche, impalpabili parole, tratti leggeri e colori caldi, come deve essere la visione di un’oasi dopo un lungo viaggio, come devono essere gli spazi sconfinati del deserto, come deve essere il mistero della vita che cambia.

Indicato per bambini dai quattro anni, Il mare nel deserto è un album raffinato e senza età, che, anzi, forse più si apprezza nello scorrere degli anni.

Il mare nel deserto. Un titolo affascinante. Ci ricorda che ciascuno di noi può diventare, per qualcuno, un mare nel deserto.

Il mare nel deserto, di Silvia Paradisi con i disegni di Leticia Ruifernández, Orecchio Acerbo editore 2015, 32 pagine. Fascia d’età: dai quattro anni.

Le autrici

Silvia Paradisi, pittrice e scultrice, esordisce nella scrittura per l’infanzia con questo testo.

Leticia Ruifernàndez, architetto e pittrice, ha illustrato numerosi libri per l’infanzia.

L'autore di questo post

Prof Favella Stanca di tanti ragazzini e Mamma Caos di due bambini. Mamma e Prof giovane d'esperienza ma non di età, in barba a chi ci dice: è tardi per (ri)cominciare!

1 commento su "Il mare nel deserto"

  1. Marzia

    Insegnante di bambini piccoli ma amante di tutti i libri più belli per grandi e piccini. L’ho sfogliato in libreria… e sono rimasta con l’albo tra le mani per un po’ …lasciandolo a malincuore.

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *