Il flauto magico – Le Storie dall’Opera

vallardi

Pronti per una serata all’Opera?

Per un posto in prima fila potete presentarvi anche in pigiama, perché l’importante è mettersi comodi e lasciarsi trasportare dalle immagini, dalle parole… e dalla musica.

Il Flauto Magico, opera in due atti, musicata da Wolfgang Amadeus Mozart, su libretto di Emanuel Schikaneder, è ben noto e non ha bisogno di presentazioni, almeno per quanto riguarda gli appassionati, ma il suo pubblico può essere molto più esteso, possono cadere – con la giusta presentazione – i tanti paletti che relegano a volte l’Opera tra le cose “da grandi” o peggio ancora tra le cose “noiose”.

Non è la prima volta che Il Flauto Magico si racconta a un pubblico di bambini e ragazzi e, come ogni grande opera, è capace di parlare a più livelli e a diverse età. Alcuni mesi fa vi abbiamo presentato l’edizione illustrata da Charlotte Gastaut ed edita da Gallucci, oggi invece conosciamo, grazie alla collana Le Storie dall’Opera (Vallardi), una nuova edizione questa volta dedicata in particolar modo ai lettori più piccoli, un vero e proprio invito ad avvicinarsi alla musica, al teatro e alle loro meravigliose storie.

Dopo Figaro qua! Figaro là! (che raccontava la trama del Barbiere di Siviglia) e Cenerentola, entrambe opere di Gioachino Rossini, ora è il turno di Mozart, e proprio dalla sua figura comincia la narrazione dell’albo, da Mozart e dal suo dono speciale: “mille note gli frullavano in testa, fin da quando era piccino”. È la sua magica musica a volar via e a portarci verso storie come quella che comincia nel Regno del Sole.

Qui, inizialmente, tutto è luminoso e tranquillo, nella vitalità della natura, e regna una grande armonia ma delle grida improvvise interrompono la pace: il principe Tamino è inseguito da un terribile drago, per lui sembra non esserci scampo fino a quando il drago non si accascia a terra immobile. A salvarlo sono state tre damine, inviate dalla Regina della Notte Astrifiammante per chiedere proprio a Tamino di liberare la principessa Pamina.

Per convincere Tamino serve veramente poco: gli basta osservare il ritratto della fanciulla e ne è subito profondamente innamorato. Le tre damine gli affidano così la missione di salvare la principessa, con lui ci sarà Papagheno (ovvero Papageno, l’h aggiunta nel testo guida i piccoli verso la pronuncia corretta del nome). I due avranno con sé due strumenti magici: un flauto per il principe e del campanelli per Papagheno. Comincia l’avventura…

Fiorella Colombo e Laura di Biase, da vere appassionate, riescono a trasmettere la passione per l’Opera e il teatro con semplicità, immediatezza e un linguaggio adatto ai lettori più piccoli; le due autrici sono forti di un’esperienza che nasce al di fuori (e prima) delle pagine dei libri, nel contatto diretto con i bambini, nel lavoro con le scuole (loro è il progetto recitarcantando).

A rendere speciale l’albo illustrato sono anche le illustrazioni di Silvia Bonanni, realizzate con tessuto, fili, bottoni… pur essendo fotografati, sembra quasi di poter sentire sotto i polpastrelli le trame dei diversi tipi di tessuto, oltre ad aver voglia di mettersi a propria volta all’opera per realizzare i propri personaggi.

Appuntamento con Mozart in libreria, intanto ecco qui il booktrailer:

L'autore di questo post

Classe 1982, pugliese, fiorentina d’adozione e con un debole per la Francia. Da quando ho scoperto A. A. Milne e Astrid Lindgren, mi è stato chiaro all’improvviso che cosa avrei fatto da grande e poco importa il fatto che un po’ grande lo fossi già. Da allora mi dedico alla letteratura per l’infanzia e ragazzi, tra studio, letture e i primi passi nel dietro le quinte del mondo editoriale.

Nessun commento su "Il flauto magico – Le Storie dall’Opera"

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *