I libri di Roald Dahl escono dalla Top 10 dei Kids

Amato da generazioni per il suo humour nero e per i suoi racconti fantasiosi, Roald Dahl è uno scrittore sempre molto apprezzato dai più piccoli.

Fino ad oggi.

Un recente sondaggio, infatti, ha evidenziato che lo scrittore è molto più conosciuto dagli adulti  piuttosto che dalle nuove generazioni, che preferiscono la saga Twilight di Stephenie Meyer ai racconti surreali e selvaggi dell'autore britannico.
Tutto ciò rivela come i gusti letterari dei bambini e dei ragazzi stiano cambiando, a favore di un mondo popolato da vampiri e lupi.

Roald Dahl iniziò a scrivere nel 1942 sulla sua esperienza in guerra come pilota, ed il risultato fu il suo primo libro In solitario – diario di volo ("Shot down over Libya"). Negli Stati Uniti, dove lo scrittore si era trasferito dopo essere stato congedato, nel 1943 fu dato alle stampe il suo primo libro per bambini  The Gremlins, un libro illustrato che poi sarà  portato sullo schermo dalla Disney.
Tornato in Inghilterra negli anni '80, Roald Dahl conferma la sua notorietà come scrittore per bambini pubblicando quelli che sono considerati i suoi capolavori: GGG, Le Streghe, Matilde, Boy, Sporcelli, La fabbrica di cioccolato, Il grande ascensore di cristallo.

Nelle sue storie il bambino protagonista è spesso oppresso dalla povertà e dalle figure adulte. Tuttavia l'autore viene in aiuto ai piccoli protagonisti utilizzando mezzi fantastici, come la pesca gigante che schiaccia le zie del protagonista in James e la Pesca Gigante. Quando non sono malvagi o oppressivi gli adulti di Dahl sono generalmente incapaci di provvedere ai bambini, come i poverissimi genitori di Charlie in "Charlie e la Fabbrica di Cioccolato", che viene aiutato da un personaggio buono, non necessariamente magico ma semplice e "umano": sia d'esempio la giovane e modesta maestra alla quale Matilda si lega per sfuggire alla famiglia nell'omonima storia Matilda.
Dahl ha scritto anche romanzi per adulti, ma la sua fantasia letteraria è stata dedicata al mondo dell'infanzia, di cui diceva: «gli adulti sono troppo seri per me. Non sanno ridere. Meglio scrivere per i bambini, è l'unico modo per divertire anche me stesso».

L'autore, morto nel 1990, ha scritto decine di libri e poesie per bambini e adulti, che hanno venduto più di 100 milioni di copie in tutto il mondo. Tale è il suo fascino universale che l'anniversario del suo compleanno, il 13 settembre, si celebra come 'Roald Dahl Day' in Africa, nel Regno Unito e in America Latina.

 

L'autore di questo post

Nessun commento su "I libri di Roald Dahl escono dalla Top 10 dei Kids"

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *