Guide di viaggio "vietate ai genitori"

È arrivata la bella stagione, tra poco iniziano vacanze di Pasqua e ponti da scuola e si ricomincia a viaggiare un po’. Voi kids come vi preparate per un viaggio? Avete la passione per le guide e vi piace conoscere in anticipo informazioni sui luoghi importanti e sulla storia del paese in cui andrete? Oppure siete di quelli che lasciano fare tutto a mamma e papà e amano le sorprese (in attesa magari del primo viaggio da soli)? Se fate parte del primo gruppo e sentite quel brividino di curiosità quando andate in libreria e passate nel reparto turismo, forse avete già visto qualche guida Lonely Planet. Sono dettagliate, scritte in modo scorrevole, descrittive ma in modo per niente noioso e probabilmente le avete trovate spesso nella valigia di mamma e papà.

Scegliere la guida di viaggio adatta è un’operazione importante: conoscere qualche notizia ed avere la compagnia giusta (di carta e non) aiuta tanto a godersi a pieno la vacanza. Lonely planet da qualche tempo ha pensato in modo particolare ai ragazzi ed ha realizzato delle guide solo per under 18 che riportano a caratteri cubitali la scritta “vietato ai genitori”. Frase che tanto avrete già stampato in duemila copie ed appesa un po’ ovunque per casa, vero?.

africa lonely planet

Queste guide fanno parte della collana “Tutto quello che avreste voluto sapere su..” e vi svelano tantissime informazioni di storia, tradizioni e cultura su  affascinanti Paesi del mondo. Ci sono città come New York, Parigi, Londra e Roma e recentemente sono stati aggiunti i continenti come L’Africa e l’Asia. Le guide sono pensate dai 7 anni in su.

newyork_perchc3a8-grande-mela

parigi_quel-sorriso

Sfogliarle è un’esplosione di colori ed immagini, un pieno di curiosità e notizie interessanti sulla meta prescelta e i suoi protagonisti più illustri. Tutto con tanto di link a youtube a piena interattività. A voi ragazzi spetta la parte divertente mentre a mamma e papà la più noiosa parte organizzativa, logistica e di documentazione. Ma alla fine l’importante è partire, scoprire posti nuovi, essere curiosi e farsi arricchire dall’incontro con realtà diverse. Ancora meglio se con una bella guida colorata nello zaino!

L'autore di questo post

Nessun commento su "Guide di viaggio "vietate ai genitori""

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *