I film della memoria

Mancano dieci giorni esatti alla Giornata della Memoria, il 27 gennaio, una data che tutti dovrebbero doverosamente ricordare. Quali pellicole consigliare a un pubblico di bambini e ragazzi per avvicinarlo gradualmente alla tragedia dell’Olocausto? Per renderlo consapevole, per far sì che non dimentichi?

Un primo passo è approcciarsi ai tutti quei film divenuti col tempo classici del genere, scegliendo però con attenzione trame e messa in scena, per evitare ai più piccoli un sovraccarico di turbamenti. “La vita è bella”, “Train de vie” e “Il bambino con il pigiama a righe” sono tre storie eccezionali, dove l’approccio al dramma viene edulcorato rispettivamente da metafore, ironia e innocenza. In queste tre opere i registi, pur evitando scene spiccatamente cruente, riescono comunque a scuotere ed emozionare. È il modo migliore per affrontare per la prima volta questa dolorosa pagina del nostro passato.

[youtube=http://youtu.be/3VckDbyW5AE]

[youtube=http://youtu.be/t4esViss83M]

[youtube=http://youtu.be/07CiJAuNf-8]

Esiste poi un’intera branca del cinema dedicata ad Anna Frank, colei che, nell’immaginario infantile e adolescenziale, più simboleggia tutta l’assurdità della Shoah. In particolare, vale la pena citare un anime di Akinori Nagaoka del 1995, dal titolo “Anne no nikki”, che ha ricostruito l’esperienza vissuta dalla giovane ebrea con una delicatezza e precisione davvero sorprendenti. Purtroppo il film non è mai stato distribuito in Italia: tuttavia ne esiste una versione in francese da cui è possibile ricavare i sottotitoli. È un cartone animato che merita di essere recuperato e colma lacune soprattutto visive grazie a un disegno fedele sia dei protagonisti che della stessa Amsterdam dell’epoca.

[youtube=http://youtu.be/wkdKJDgMYTM]

Ma su Anna Frank c’è ancora molto da dire: Ari Folman, regista del pluripremiato cartone sulla guerra in Libano “Valzer con Bashir” (2008), ha infatti annunciato da poco che sta preparando un altro cartoon tratto dal celebre Diario, la cui realizzazione non terminerà prima del 2017. Il risultato sarà probabilmente riservato a un pubblico più adulto, ma rimane un progetto da ammirare e per cui tifare: è anche attraverso il cinema che la nostra Memoria si rinnova, non dimentica, non ripete.

L'autore di questo post

1 commento su "I film della memoria"

  1. Pingback: Le fiabe di Hanna - Hey Kiddo

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *