“Fesso” di Mark Goldblatt

cover-FessoAmbientato nella New York anni ’60 Fesso rivive le avventure di un gruppo di amici attraverso il diario di Julian.

Un diario che nasce come imposizione, quasi come punizione per un suo grosso errore che gli è costato anche una settimana di sospensione da scuola.

“Io non volevo mica che Danley si facesse male…”

Comincia così Fesso di Mark Goldblatt con il diario di Julian che, nato come confessione di un fatto brutto, diventa un compito di Inglese per scampare ad una tesina sul Giulio Cesare di Shakespeare e si trasforma in molto di più. Un modo per crescere, quasi un’autoanalisi.

Infatti Julian è in un momento decisivo della sua vita quando le marachelle non sono più tali ma diventano vere scelte morali tra bene e male, che hanno conseguenze vere, che vanno al di là della punizione di un insegnante o dei genitori, conseguenze che creano sensi di colpa che fanno sentire spezzati, incompleti. Ma capita che i sensi di colpa possano portare a maturare e a scegliere di rimediare facendo la cosa giusta.

Sin dall’inizio sappiamo che Julian ne ha combinata una grossa che coinvolge un ragazzo che si è fatto male e il suo gruppo di amici composto da Lonnie, Quentin il Fulmine, Eric il Rosso, Howie Nasogrosso e Shlomo Shlomo. Ma capiamo anche che Julian non è un bullo, è uno che per gli amici farebbe di tutto, sensibile ai problemi degli altri e tormentato dai sensi di colpa. Allora, per cercare di alleviare queste sensazioni, racconta la sua vita al professore, scrive un vero e proprio romanzo con le avventure sue e dei suoi amici, dei primi amori e delle delusioni, degli screzi e delle prime decisioni da adulto.

Il romanzo edito da Il Castoro è ispirato all’infanzia dell’autore e scorre piacevole e veloce davanti agli occhi come un bel film. Con una scrittura diretta, mai banale e un ottimo ritmo, Fesso è consigliato a tutti quelli che amano le belle storie di vita vissuta, a chi ha divorato la serie Diario di una schiappa e a tutti i ragazzini svegli a cui piace leggere almeno quanto scrivere.

Qui potete leggerne un piccolo estratto.

 

L'autore di questo post

Lettrice compulsiva | Nerd inside&outside | Regina del kitsch | Lanciatrice di unicorni | Seguo troppi telefilm |

1 commento su "“Fesso” di Mark Goldblatt"

  1. Pingback: Letture da Kiddo -febbraio – L'unicorno, la Daze e l'armadio

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *