E' esplosa la Furby mania!

È scoppiata in America ed è arrivata da poco tempo anche qui in Italia la Furby mania. Ormai infatti è passione sfrenata per il piccolo animaletto robotico peloso e colorato dall’aria buffa che popola le case di bambini- e meno bambini!- pronto per essere accudito, interagire e tenere compagnia. Negli Usa e in Gran Bretagna è il giocattolo dell’anno con oltre 5 milioni di pezzi venduti ma ci sono buone probabilità che lo diventi anche in Italia.

Non lo conoscete? Non è possibile kids! Furby è un simpatico esserino morbidoso dallo sguardo tenero e attento che aveva già fatto la sua comparsa in Italia nel 1998 su creazione di Dave Hampton e Caleb Chung e distribuito da Hasbro. Io all’epoca ero appena uscita dal tunnel del Tamogotchi (anche lui riproposto da poco, ne abbiamo parlato qui) e non mi sono fatta tentare anche da Furby ma me lo ricordo bene. Pensate che del Furby vecchia maniera sono stati venduti più di 40 milioni di esemplari nel mondo!

Il nuovo Furby uscito negli States nel 2012 ed arrivato qui da noi la scorsa estate mantiene inalterata le caratteristiche base del primo modello di grande successo. È infatti dotato di sensori su tutto il corpo che gli permettono di muovere orecchie, occhi e bocca in tantissime combinazioni di movimenti e di richiedere cure e attenzioni comunicando attraverso una particolarissima lingua: il Furbish. Il Furbish è una lingua inventata che comprende derivazioni dall’ebraico, cinese e inglese ma il piccolo (o grande) padroncino di Furby può anche insegnargli piano piano la lingua madre del Paese in cui è stato distribuito e cioè Stati Uniti, Italia, Spagna, Francia, Germania e Giappone. Furby è inoltre in grado di sviluppare tante personalità diverse in base a come ci si rapporta con lui e quindi all’educazione che gli viene data. Bisogna trattarlo con cura!

article-2171464-1400F34D000005DC-659_634x356

Furby è ormai quindicenne e  l’edizione 2012/2013 comprende delle innovazioni tecnologiche per stare al passo coi tempi e diventare 2.0. Innanzitutto possiede occhi Lcd retroilluminati che permettono al cucciolo elettronico di mostrare una vasta gamma di espressioni ed essere ancora più interattivo. Il nuovo cucciolo multicolor inoltre si può collegare agli smartphone attraverso app disponibili per Android e Ios. Le app permettono di scegliere combinazioni di cibi appetitosi da far mangiare al nostro amico pelosone e di tradurre le frasi pronunciate in furbish per potersi comprendere meglio.

Furby sta andando a ruba anche tra i cosiddetti vip: ne hanno più di uno anche gli One direction che hanno posato più volte in compagnia di Furby di vari colori! Scommetto che potrebbe entrare nella vostra lista dei regali da chiedere a Babbo Natale (perché noi siamo kids previdenti e ci portiamo avanti).

L'autore di questo post

Nessun commento su "E' esplosa la Furby mania!"

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *