Due “grandi passi” (Fabbri Editori)

“Un piccolo passo per un uomo, ma un grande balzo per l’umanità”, così Armstrong poneva il primo piede sulla Luna nel luglio del 1969, ma anche nella vita dei bambini tanti sono i passi che, pur sembrando piccoli, sono in realtà grandi nel cammino della crescita.

Proprio ai “grandi passi” è dedicata l’omonima collana edita in Italia da Fabbri Editori e arrivata in libreria con i primi due volumi.

Arriva un fratellino

Il primo libro è dedicato a una vera e propria rivoluzione familiare: l’arrivo di un fratellino.

Come sarà, per Linda, diventare una sorella maggiore?

La bambina viene preparata all’evento gradualmente, mentre il fratellino è ancora nel pancione della mamma, ripercorrendo insieme, con delle foto, i momenti in cui era lei la piccolina nel pancione (o poco più grande). Poi c’è il momento del parto, in cui Linda resta a casa con i nonni e, infine, l’arrivo del fratello in casa. Le abitudini che cambiano, il bisogno di essere coinvolta nella nuova routine familiare e anche un po’ di pazienza da parte di tutti, perché a volte il nuovo arrivato piange davvero forte… ma presto sarà grande anche lui e potrà giocare come (e insieme) a sua sorella.


Non ho sonno

Il secondo libro della serie è una storia della buonanotte dedicata ai bambini che non hanno alcuna voglia di andare a dormire! Quando è ora di andare a letto, infatti, il piccolo Ned è tutto preso dal suo trenino… come dargli torto? Insieme alla mamma comincia a prepararsi per la nanna… tra bagnetto, denti da lavare, pigiama da indossare e una storia da ascoltare, ci si ritrova nel mondo dei sogni senza neanche rendersene conto!

Grandi Passi, insieme

Entrambi i volumi si rivolgono ai lettori dai 3 anni circa, sono dei libri cartonati illustrati dalla francese Marion Cocklico, arricchiti con alette e meccanismi interattivi pensati per stupire i piccoli lettori.

Una caratteristica peculiare della collana è la presenza, in fondo ad ogni pagina, di consigli pratici destinati ai genitori. Si tratta di piccole note, non invasive, per far sì che l’adulto possa accompagnare al meglio i piccoli e grandi passi della crescita.

L'autore di questo post

Classe 1982, pugliese, fiorentina d’adozione e con un debole per la Francia. Da quando ho scoperto A. A. Milne e Astrid Lindgren, mi è stato chiaro all’improvviso che cosa avrei fatto da grande e poco importa il fatto che un po’ grande lo fossi già. Da allora mi dedico alla letteratura per l’infanzia e ragazzi, tra studio, letture e i primi passi nel dietro le quinte del mondo editoriale.

Nessun commento su "Due “grandi passi” (Fabbri Editori)"

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *