Una città di libri: BOOKCITY MILANO #1

Milano città dei libri: da ieri ha preso avvio BOOKCITY, una manifestazione che, fino a domenica, vedrà la città occupata da incontri, presentazioni, seminari, letture ad alta voce, spettacoli e mostre dedicati a libri (nuovi e antichi) e alla lettura sia individuale che collettiva.

Il calendario è veramente ricco e vi suggeriamo di studiarvelo per bene qui (in arancione troverete evidenziati gli appuntamenti dedicati ai bambini), noi intanto vi segnaliamo due incontri da non perdere nella giornata di oggi:

Alle 14, nella Biblioteca di Rozzano, Giulia Mirandola curerà un incontro-seminario dedicato alla lettura delle illustrazioni per l’infanzia attraverso il Catalogone, uno strumento dedicato alla scelta, lettura e analisi degli albi illustrati per bambini. L’incontro è rivolto a insegnanti, bibliotecari e genitori e per partecipare è necessario prenotarsi (al numero: 02.8925931).
(dal 2008 Topipittori – dal 2009 in collaborazione con altri editori – pubblica i Catalogoni,  uno strumento di analisi e lettura degli albi illustrati, destinato soprattutto agli addetti ai lavori).

Sempre oggi, dalle 16 alle  19, la Libreria dei Ragazzi ospiterà la tavola rotonda Ma a scuola si impara a leggere?, in omaggio a Roberto Denti (qui il nostro saluto a Denti, nel maggio del 2013).

1510841_575230199244603_7537158257667860403_n

Il percorso di Gianna Vitali e Roberto Denti, fondatori della Libreria dei Ragazzi di Milano, è stato sempre segnato dal riconoscere l’importanza della lettura e della sua promozione come valore civile e culturale, come una tappa fondamentale nel percorso di crescita dei bambini e dei ragazzi. Oggi, insieme a Gianna Vitali, esperti, studiosi e professionisti del settore si confronteranno, nel corso della tavola rotonda, sull’attuale mondo dei libri e dei ragazzi e sulle prospettive per il futuro. Trovate tutte le informazioni sull’evento nella pagina facebook dedicatagli.

L'autore di questo post

Classe 1982, pugliese, fiorentina d’adozione e con un debole per la Francia. Da quando ho scoperto A. A. Milne e Astrid Lindgren, mi è stato chiaro all’improvviso che cosa avrei fatto da grande e poco importa il fatto che un po’ grande lo fossi già. Da allora mi dedico alla letteratura per l’infanzia e ragazzi, tra studio, letture e i primi passi nel dietro le quinte del mondo editoriale.

Nessun commento su "Una città di libri: BOOKCITY MILANO #1"

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *