Caraval (Rizzoli)

Ambientazione circense, una protagonista pronta a tutto per amore, un bel marinaio che nasconde dei segreti e il bestseller è servito: benvenuti, benvenuti a Caraval, il libro che sta facendo impazzire i lettori (e soprattutto) le lettrici italiane!

Titolo: Caraval
Autore: Stephanie Garber
Serie: Caraval #1
Editore: Rizzoli

caraval

Acquista sul sito dell’editore

Trama: Il mondo, per Rossella Dragna, ha sempre avuto i confini della minuscola isola dove vive insieme alla sorella Tella e al potente, crudele padre. Se ha sopportato questi anni di forzato esilio è stato grazie al sogno di partecipare a Caraval, uno spettacolo itinerante misterioso quanto leggendario in cui il pubblico partecipa attivamente; purtroppo, l’imminente, combinato matrimonio a cui il padre la sta costringendo significa la rinuncia anche a quella possibilità di fuga. E invece Rossella riceve il tanto desiderato invito, e con l’aiuto di un misterioso marinaio, insieme a Tella fugge dall’isola e dal suo destino… Appena arrivate a Caraval, però, Tella viene rapita da Legend, il direttore dello spettacolo che nessuno ha mai incontrato: Rossella scopre in fretta che l’edizione di Caraval che sta per iniziare ruota intorno alla sorella, e che ritrovarla è lo scopo ultimo del gioco, non solo suo, ma di tutti i fortunati partecipanti. Ciò che accade in Caraval sono solo trucchi ed illusioni, questo ha sempre sentito dire Rossella. Eppure, sogno e veglia iniziano a confondersi e negare la magia diventa impossibile. Ma che sia realtà o finzione poco conta: Rossella ha cinque notti per ritrovare Tella, e intanto deve evitare di innescare un pericoloso effetto domino che la porterebbe a perdere Tella per sempre…

La recensione

Rossella sta per sposare un uomo che non ha mai visto, con il quale ha comunicato solo tramite lettere (lettere alle quali non ha avuto facoltà di rispondere). Qualunque altra ragazza sarebbe disperata all’idea di sposare una persona senza conoscerla, non Rossella: l’uomo che le scrive sembra gentile e sposarsi le permetterà finalmente di lasciare la minuscola e soffocante isola nella quale vive da reclusa, assieme a sua sorella Tella, e a un padre-padrone violento e folle. Rossella è determinata, dunque, a sposarsi, nonostante sua sorella non sia d’accordo e mediti un giorno sì e uno pure di scappare. Tutto cambia, quando Rossella riceve finalmente l’invito che aspettava da sempre: potrà partecipare a Caraval, un grandioso spettacolo organizzato dall’illusionista folle e geniale conosciuto come Legend.

Solo che le cose non vanno esattamente come si sarebbe aspettata: a Caraval, Rossella perde sua sorella, per scoprire che la ragazza è diventata la posta in gioco, il premio che vincerà chi riuscirà a recuperare tutti gli indizi. In una corsa contro al tempo (Rossella ha solo cinque notti per ritrovare la sorella) e aiutata da un marinaio bellissimo quanto presuntuoso, la ragazza si ritroverà ad affrontare illusioni, magie, sogni che sembrano realtà e realtà che si confondono nel sogno, in una spirale sempre più vorticosa di incantesimi, tradimenti, segreti e bugie.

Punto di forza di questa storia, raccontata con un linguaggio estremamente semplice e immediato, è sicuramente l’ambientazione, che piacerà a chi ama i misteriosi spettacoli circensi dei primi del Novecento, l’atmosfera da teatro parigino, il cinema illusionista di Georges Méliès: strade affollate di personaggi dagli abiti bizzarri e colorati, biglietti che recano su scritte frasi sibilline e minacciose, luoghi bui e proibiti che fanno impazzire le persone, assassini efferati e uomini e donne bellissimi, che rischiano di far perdere la testa (e la strada) ai poveri protagonisti. E, ovviamente, l’amore: perché tutto, in Caraval, sembra girare attorno ai sentimenti.

Rossella, che appare molto fredda e precisa all’inizio, si ritroverà a fare i conti con l’attrazione innegabile che prova per Julian (il marinaio che l’accompagna a Caraval) e dovrà, dunque, mettere in discussione il matrimonio con il misterioso Duca che la aspetta e le ha scritto lettere così gentili, si ritroverà, inoltre, a dover compiere scelte importanti e molto sofferte, dovrà guardarsi dentro alla ricerca dei suoi sentimenti più nascosti. Insomma: Caraval segnerà per Rossella il punto di non ritorno nel suo processo evolutivo, dopo aver partecipato a questo gioco, che non è, come recita lo strillo, “soltanto un gioco”, Rossella si renderà forse conto che tutto ciò in cui ha creduto è falso.

In occasione dell’uscita del libro, Rizzoli ha realizzato un sito, per immergersi nel mondo di Caraval, compresa la musica da ascoltare come sottofondo durante la lettura.

L'autore di questo post

Angelica Elisa Moranelli è autrice, blogger, digital PR, grafico ed editor. Vive a Salerno, legge libri di tutti i tipi e beve ettolitri di tè e caffè americano. È autrice della saga fantasy, Armonia di Pietragrigia (www.facebook.com/armoniadipietragrigia) e della serie romantico-umoristica "Dafne & l'Amore" (www.facebook.com/angelicamoranelli). Blogger e YouTuber sotto lo pseudonimo di The Queen Puppet (cercatela su Instagram e YouTube). Nel 2017 si è classificata terza al Premio Battello a Vapore. Altro su: www.angelicaelisamoranelli.com

Nessun commento su "Caraval (Rizzoli)"

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *