Bologna, tutta una città di libri per ragazzi

Comincia oggi a Bologna la Fiera del Libro per Ragazzi, andrà avanti fino a giovedì 27 marzo e noi saremo lì per raccontarvela. Intanto già sabato e domenica si sono aperte le porte di Non ditelo ai grandi, La settimana del libro e della cultura per i ragazzi, la bella novità di questa edizione di cui vi abbiamo già parlato qui. La Fiera apre così le sue porte anche ai non addetti ai lavori, accoglie bambini, ragazzi, famiglie, scolaresche, chiuque abbia voglia di entrare in un Paese delle Meraviglie, proprio come Alice che, non a caso, accompagna l’ingresso nel Padiglione 33 attraverso un corridoio in cui sarete circondati dalle illustrazioni di Anthony Browne e Emma Chichester Clark.

foto (1)

Che cosa troverete in Non ditelo ai grandi? Di tutto.

Una grandissima libreria internazionale, divisa per aree (arte, astronomia, scienze, cibo, natura, sport, poesia, classici, musica, danza e molto altro ancora); le principali novità degli editori italiani per ragazzi e una ricca selezione dei maggiori premi italiani e stranieri del settore (compresi, ovviamente, vincitori e menzioni del Bologna Ragazzi Award di quest’anno).

Teen Track, una libreria per gli adolescenti, dai tredici ai diciannove anni, con titoli nuovi, classici e titoli ripescati per il loro valore, romanzi, racconti, graphic novel, saggi e biografie.

Una sezione dedicata alle App, per permettere a bambini e genitori di giocare e conoscere le migliori produzioni internazioni del settore (i vincitori del Digital Award della Fiera ma non solo).

Processed with VSCOcam with m3 presetTante mostre, tra cui Federico Maggioni che rivisita Gian Burrasca, Infanza e danza, I Cinquant’anni di Mafalda, i finalisti del concorso internazionale dedicato ai silent book.

Un’intera area del padiglione è poi dedicata ai pianeti e alle stelle, grazie all’Osservatorio Astronomico di Bologna e a un planetario gigante pronto ad accogliere voi e le vostre curiosità.

Vi consiglio di spulciare per benino il programma di Non ditelo ai grandi (qui) perché gli appuntamenti da non perdere sono tanti: laboratori, incontri con autori e illustratori (e convegni per educatori, insegnanti e genitori attenti).

L'autore di questo post

Classe 1982, pugliese, fiorentina d’adozione e con un debole per la Francia. Da quando ho scoperto A. A. Milne e Astrid Lindgren, mi è stato chiaro all’improvviso che cosa avrei fatto da grande e poco importa il fatto che un po’ grande lo fossi già. Da allora mi dedico alla letteratura per l’infanzia e ragazzi, tra studio, letture e i primi passi nel dietro le quinte del mondo editoriale.

1 commento su "Bologna, tutta una città di libri per ragazzi"

  1. Pingback: Parole come Pane: la sintassi del cambiamento di Nisida - Hey Kiddo

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *