Battlefields: la storia a fumetti

Oggi parliamo di fumetti, ma particolari: l'età consigliata per la lettura è di almeno 16 anni, per cui piccoli kiddi, mettetevi le manine su gli occhi se siete piccini!

Il nostro ospite di oggi è Battlefields, il nuovo titolo sceneggiato da Garth Ennis, celeberrimo sceneggiatore che tutti i giovani appassionati di Marvel & DC riconosceranno dal nome. Per Vertigo (in Italia Magic Press Edizioni) ha rilasciato questa serie di volumi autoconclusivi che parlano per l'appunto di campi di battaglia.

La guerra, in qualsiasi epoca, è tragica e terribile, ma in particolar modo contiene tante piccole storie e soprattutto le tragedie e le miserie umane.

Il primo volume di Battlefields parla delle Streghe della notte, donne russe che per evitare l'invasione nazista nel loro paese, diventano piloti di caccia bombardieri e rischiano la vita per proteggere se stesse, i loro compagni e la loro patria.

Nel secondo episodio invece la protagonista è una donna inglese, sopravvissuta alle violenze dell'esercito giapponese, che racconta la propria storia all'amato prima di suicidarsi per il dolore e i ricordi della guerra.

Una serie dura e intrisa di violenza (non sarebbe Garth Ennis), ma con una sensibilità incredibile rivolta al mondo femminile.

L'autore di questo post

1 commento su "Battlefields: la storia a fumetti"

  1. Pingback: 303 - La guerra, quella vera - Hey Kiddo - Hey Kiddo

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *