Applicazioni, dolcetti e scherzetti!

Dolcetto o scherzetto? Da qualche anno ormai anche qui in Italia la zucca, in questo periodo dell’anno, non è solo nel banco frigo del supermercato, pronta per ottimi risotti o altri gustosi piatti (come quello che vi abbiamo proposto qui), ma è ovunque, sotto forma di peluche, cioccolatini e mascherine. In giro non mancano costumi da streghetta o fantasmino, i più classici, ma anche piccoli Uomo Ragno, Iron Man, pirati e scheletri fuori dall’armadio!

Se Halloween vi diverte, vi proponiamo oggi due applicazioni in tema.

carve-a

La prima si chiama Carve-a-Pumpkin, proposta dalla rivista americana Parents, dedicata, chiaramente sin dal nome, al mondo dei genitori (se non avete problemi con l’inglese, sul sito della rivista troverete una sezione dedicata ad Halloween, con mille suggerimenti per feste, costumi e giochi). L’applicazione è estremamente semplice e vi permette di intagliare una zucca senza usare alcun coltello. Potete scegliere tra sei tipi di zucca, da intagliare disegnando occhi, naso e bocca con le dita oppure scegliendo e combinando i modelli proposti. Una volta preparata la vostra lanterna, potete arricchirla con adesivi a tema (fantasmi, gatti neri, ragnatele, etc.), e con un differente sfondo. Alla fine decidete voi se salvare la foto, inviarla via mail oppure condividerla su facebook o twitter.

Carve-a-Pumpkin è gratis e si scarica qui.

halloween2-iTunesAd5~iPad-02

La seconda applicazione, Facinate Halloween – Funny Scary Props, vi permette di giocare con le vostro foto, trasformandovi in zombie, streghe, vampiri e in qualunque mostro voi preferiate. Si comincia scattando una foto dall'app (o caricandone una già presente nel vostro rullino foto), modificandola con filtri invecchianti e aggiungendoci gli accessori mostruosi che preferite. Incorniciate la foto e salvatela (o condividetela). Vediamo se riuscite a farci paura! 

L’app costa € 0,89 e si scarica qui

L'autore di questo post

Classe 1982, pugliese, fiorentina d’adozione e con un debole per la Francia. Da quando ho scoperto A. A. Milne e Astrid Lindgren, mi è stato chiaro all’improvviso che cosa avrei fatto da grande e poco importa il fatto che un po’ grande lo fossi già. Da allora mi dedico alla letteratura per l’infanzia e ragazzi, tra studio, letture e i primi passi nel dietro le quinte del mondo editoriale.

Nessun commento su "Applicazioni, dolcetti e scherzetti!"

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *