E se…? (Camelozampa)

e se...?

Anthony Browne, E se…?, Camelozampa

Sono giorni difficili, questi, per tutti. Tante le perdite, tante le difficoltà, tanti i sacrifici, tante le preoccupazioni e il pensiero va naturalmente a quando (speriamo al più presto, facendo ognuno la propria parte, anche quella di restare a casa) verrà il momento di ripartire.

Avere E se…? tra le mani, però, mi ha fatto pensare anche ai tanti bambini che in questi giorni festeggiano il loro compleanno e che hanno dovuto annullare o, spero, rimandare una tanto attesa festa dentro o fuori casa.

Leggere la storia di Joe che va alla sua prima festa di compleanno è stato così un po’ strano, a tratti malinconico, ma mi ha anche fatto immaginare, con speranza e fiducia, il momento in cui torneremo a festeggiarci a meno di un metro di distanza l’uno dall’altro.

La prima festa importante

Joe è intimorito e preoccupato mentre percorre la strada che lo porterà a casa di Tom per la festa di compleanno dell’amico. Stringe forte tra le mani il pacchetto che contiene un regalo, la sua postura indica paura ed esitazione, mentre la sua ombra, che sembra farsi coraggio, esce dal riquadro dell’illustrazione.

Come se non bastasse la paura che ha già nel cuore, Joe ha dimenticato l’invito, quindi non sa a quale numero civico suonare. Il bambino però non è solo, la madre lo accompagna e lo rassicura, rispondendo – una dopo l’altra – alle sue domande.

Mentre percorriamo con Joe la via in cui abita Tom, scopriamo quali sono i timori del piccolo: che alla festa ci siano persone sconosciute e tremende, che ci sia un sacco di gente, che non gli piaccia nulla tra le cose da mangiare, che ci siano dei giochi spaventosi…

A ogni botta e risposta tra madre e figlio, i due si trovano davanti a una casa, insieme a loro sbirciamo attraverso le finestre e – come fossero dei quadri in cui è stato fermato un istante – vediamo che cosa accade all’interno di quelle mura.

La situazione si fa via via più preoccupante e la tentazione di Joe è quella di andare via, fino a quando, invece di trovarsi davanti a una finestra, sarà una porta ad aprirsi…

Inquietudine e sollievo

Con maestria Anthony Browne dà voce allo stato d’animo del piccolo Joe. Ogni casa nella quale madre e figlio si affacciano, infatti, sembra rappresentare per eccesso o per contrasto, le paure del bambino. Si tratta di scene che trasmettono un certo turbamento, riflettendo l’inquietudine dell’infanzia quando le paure riescono a trasfigurare il volto della realtà. Guardando con attenzione quella che sembra essere una noiosa coppia di anziani scopriamo delle strane antenne-aliene in testa e una tazzina sospesa nel vuoto; dove Joe teme di trovare un sacco di gente, spuntano gli occhi tristi di un enorme elefante (e chissà che l’immagine non abbia anche a che fare con il detto “an elephant in the room”). L’inquietudine cresce sempre più nelle ultime due case – che presentano riferimenti ad Attraverso lo specchio e al pittore fiammingo Bruegel – così come cresce la paura nel cuore di Joe, pronto a tornare indietro, arresosi con sollievo e un gran sorriso sul viso.

Arricchendo ulteriormente l’albo, Browne ci mostra come, una volta lasciato il figlio alla festa, sia la mamma quella assalita da dubbi e timori ma fortunatamente, anche per lei, alla luce della realtà tutto fa un po’ meno paura.

Lo straordinario nell’ordinario

Anthony Browne, vincitore nel 2000 dell’Hans Christian Andersen Award (il riconoscimento più prestigioso nella letteratura per l’infanzia), riesce sempre, pur essendo ogni volta ben riconoscibile il suo stile, a stupire per la sua originalità. Tra ombre e luci, tra cambiamenti di piani e di prospettive, E se…? ci trasporta in una situazione allo stesso tempo reale e onirica, con illustrazioni da guardare con attenzione per coglierne i tanti dettagli, anche i più assurdi, e le citazioni artistiche.

Come rivela lo stesso autore, parlando della sua arte e riassumendo perfettamente l’albo, “ho sempre amato l’idea di qualcosa che all’apparenza è molto ordinario ma quando guardi più da vicino si rivela straordinario”. E di straordinario c’è prima di tutto proprio lui, Anthony Browne.

Nel catalogo Camelozampa trovate altri titoli dell’autore e illustratore inglese: Voci nel parco, Ti cerco, ti trovo e Bella e il gorilla.

 

 

L'autore di questo post

Classe 1982, pugliese, fiorentina d’adozione e con un debole per la Francia. Da quando ho scoperto A. A. Milne e Astrid Lindgren, mi è stato chiaro all’improvviso che cosa avrei fatto da grande e poco importa il fatto che un po’ grande lo fossi già. Da allora mi dedico alla letteratura per l’infanzia e ragazzi, tra studio, letture e i primi passi nel dietro le quinte del mondo editoriale.

Nessun commento su "E se…? (Camelozampa)"

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *