Al festival Tuttestorie si parla di tonti magnifici

Ci saranno Marie-Aude Murail, amatissima e prolifica scrittrice francese, Annabel Pitcter, felice sorpresa editoriale del 2011, Aquilino, Irène Cohen-Janca, Ceci Jenkinson, Perrine Ledan, Giovanna Zaboli, Alessandro Gatti, Fabrizio Silei, la parlamentare Rita Borsellino, il giornalista Marino Sinibaldi, il poeta Giuliano Scabia, l’animatrice scientifica Delphine Grinberg, e ancora, gli illustratori Alessandro Sanna, Simone Frasca, Madalena Matoso, Lotte Brauning e Pia Valentinis, il musicista Paolo Fresu, la cantautrice Rossella Faa, l’attore Giancarlo Biffi, lo psichiatra Peppe Dell’Acqua, il fotografo Massimiliano Tappari, i perfomer Elisa Fontana, Ljud Company e Takla e molti altri. 

Tutti ospiti della VII edizione del Festival Tuttestorie di Letteratura per Ragazzi “L’INCOMPRENSIBILE! Racconti, visioni e libri per tonti magnifici” che si svolgerà a Cagliari dal 4 al 10 ottobre – di cui vi avevamo dato una succosa stra anteprima qui!

I numeri. Settanta ospiti italiani e stranieri, fra scrittori, illustratori, esperti di letteratura per l’infanzia, musicisti, teatranti, giornalisti, e oltre 300 appuntamenti aperti a un pubblico di bambini e ragazzi da 0 a 18 anni e lettori di ogni età. Per l’edizione di quest’anno inoltre, si arricchisce la rete festivaliera inaugurata la scorsa edizione: se l’anno scorso erano otto i comuni che hanno ospitato il festival, quest’anno sono 14 distribuiti tra le provincie di Cagliari, Carbonia, Iglesias, Oristano, Nuoro e Sassari.

Il tema. Ideato e organizzato dalle librarie di Tuttestorie di Cagliari, Cristina Fiori, Manuela Fiori e Claudia Urgu, in collaborazione con lo scrittore Bruno Tognolini, Vittoria Negro e i bibliotecari dei comuni coinvolti, il Festival, presieduto dallo scrittore David Grossman, ogni anno sceglie un tema.

Quest’anno è l’incomprensibile e mai tema fu più azzeccato per esprimere il disorientamento di questi tempi che investe ogni parte della nostra vita. L’incomprensibile e le sue possibili declinazioni è la paste madre del festival: l’incomprensibile nel potere, arma e corazza per preservare se stessi e prevalere sugli altri, l’incomprensibile nel dolore, nel piacere: quanto senso ci sfugge di una poesia, di un quadro, di una melodia. 

L’inaugurazione. Il Festival che esordisce con un’anteprima il 3 ottobre (ore 21, ExMà), con Paolo Fresu che presenta il libro “In Sardegna. Un viaggio musicale” per i suoi “50 anni suonati”intervistato da Giorgio Galliano, verrà inaugurato il 4 ottobre (ore 17, ExMà), con “I due Tonti venuti da Fuori” (Silvestro Ziccardi e Mauro Mou dei Cada Die Teatro) che precedono e annunciano la Pink Invasion,  l’invasione delle creature rosa, i Ljud Company, che verranno dalla Slovenia il 6 e il 7 e se la prenderanno con  i savi (era ora!). 

Babbo Parking. Naturalmente anche quest’anno non poteva mancare lo spazio over 18 del festival con una novità: invita gli adulti a giocare e a scoprire i libri per ragazzi. Incontri, riflessioni a più voci, ma anche performance e game-conference per costringere i più grandi a mettersi in gioco. Gran cerimoniere del Babbo Parking un gradito ritorno: Marino Sinibaldi, direttore di Radio 3 che giovedì alle 21 presenterà il bellissimo libro “Il grande cavallo blu”di Irène Cohen-Janca dedicato all’esperienza di Franco Basaglia, con  lo psichiatra Peppe dell’Acqua e la presidente della Fondazione Basaglia Maria Grazia Giannichedda. Fra gli incontri più attesi quello con la parlamentare Rita Borsellino, sorella del giudice Paolo ucciso dalla mafia che incontrerà adulti e ragazzi assieme al magistrato Paolo De Angelis, lo scrittore Alberto Melis e il ludotecario palermitano Carlo Carzan.

Il 5 ottobre sarà la volta della poesia con i poeti Giuliano Scabia, Chiara Carminati e Bruno Tognolini protagonisti di “O Padre Dante, non si capisce niente! L’incomprensibile, l’Utile e l’Indispensabile nella poesia”, intervistati dal giornalista Celestino Tabasso. 

Il 6 ottobre verrà festeggiato il libro vincitore del SuperPremio Andersen 2012 “Raccontare gli alberi” illustrato da Pia Valentinis e curato Paola Parazzoli e Giovanna Zoboli. Lo stesso giorno è previsto l’incontro con Marie-Aude Murail, una delle più note e premiate scrittrici francesi per ragazzi, autrice di circa novanta titoli che le hanno portato la nomina a Cavaliere della legione d’Onore francese.
Laboratori scientifici. Immancabile e molto interessante anche la parte scientifica del Festival che proporrà esperimenti divertenti e sorprendenti ai bambini e che sarà organizzata dalla pluripremiata Delphine Grinberg (nello staff della “Cité des enfantes” e del “Palais de la Découverte” di Parigi) e da Lorenzo Monaco e Matteo Pompili di Tecnoscienza. 

Mostre. Varie anche le mostre, tra cui: “Non ho capito un tubo”, in collaborazione con il Teatro lirico di Cagliari (illustrazioni, fotografie, installazioni e scenografie) e “Toccare il cielo con un dito”: 16  “foto-grafie” di Alessandro Sanna e Massimiliano Tappari, foto di Cagliari e disegni su foto, che raccontano una città attraversata a passo d’uomo e a occhio nudo con l’intento di scoprire ciò che abbiamo sotto il naso tutti i giorni, ma l’abitudine ha reso quasi invisibile.

L'autore di questo post

Nessun commento su "Al festival Tuttestorie si parla di tonti magnifici"

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *