Al CMA di NY va in scena la creatività dei bambini

Il Children's Museum of the Arts (CMA) di New York venne fondato come istituzione privata nel 1988 e iniziò l'attività in un piccolo spazio vicino a Chinatown.

L’idea pedagogica di base del museo era, ed è tuttora, quella per cui i bambini debbano avere un certo controllo sulla direzione in cui viene orientata la loro educazione. Grande importanza viene attribuita quindi all'ambiente educativo, che viene considerato il "terzo maestro" (mentre i genitori sono il primo).

Da questo presupposto nasce un luogo creato per dare ai bambini spazi per sperimentare i vari campi dei loro interessi ed essere orientati con professionalità da veri artisti, educatori ed esperti del settore. E ai bambini non servono solo degli studi dove fare arte, ma anche gallerie che espongano le loro opere, proprio come agli artisti adulti.
Con il passare del tempo e con il successo sempre più crescente, è nata l’esigenza per il CMA di trovare uno spazio più grande e che meglio si adattasse alle nuove esigenze; nel 2010 viene quindi inaugurata la nuova sede, un ex stabilimento tipografico di Hudson Squame, grande più del triplo delle dimensioni del primo.

Il progetto architettonico è stato affidato allo studio newyorchese WORKac, che aveva il vantaggio di aver lavorato con successo su strutture preesistenti.
La struttura preesistente ha “imposto” l’archittettura odierna del museo: lo spazio è suddiviso su due livelli, destinati a studio, atrio e galleria. Inoltre, lo spazio di circolazione ha un codice cromatico che riprende l'intera gamma dei colori per consentire ai bambini un più giocoso orientamento nei vari spazi.

Ma vediamo più in dettaglio cose offre il museo ai bambini.


Passata la stanza delle carrozzine, al piano inferiore si trova il Wee Art Studio, progettato per i corsi di pittura, disegno, percussione e altre attività per bambini da uno a cinque anni. 
La vasca delle palline consente ai piccoli ospiti la possibilità di un po' di esercizio fisico ed è visibile dalla strada.
Camminando per il museo si incontrano inoltre una stanza per la lettura, il bar della plastilina, per creare e modellare personaggi ed oggetti, una cabina insonorizzata per creare melodie e imparare tecniche di realizzazione.
 
Oltre a tutte queste attività, ad attrarre genitori e bambini è anche la collezione permanente di oltre 2.000 opere di bambini provenienti da più di 50 paesi di tutto il mondo.

Il sito internet del CMA: www.cmany.org

L'autore di questo post

Nessun commento su "Al CMA di NY va in scena la creatività dei bambini"

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *